European Biotech Week: Lo stabilimento Merck Serono S.p.A. di Guidonia Montecelio ha aperto oggi le porte ad una scuola del territorio

  • Merck Serono S.p.A., società italiana del gruppo Merck, ha aderito all’iniziativa “Porte aperte”, promossa da Assobiotec nell’ambito della European Biotech Week
  • I partecipanti alla giornata hanno potuto conoscere le attività ed i progetti in materia di salvaguardia ambientale del Centro di eccellenza per lo sviluppo di prodotti biotecnologici e principi attivi di sintesi di Guidonia Montecelio
  • Il sito Merck Serono di Guidonia è dotato di un impianto di trigenerazione che consente di produrre in loco l’energia elettrica, il vapore, l’acqua calda e l’acqua refrigerata necessari alle attività dello stabilimento.

Roma, 16 Ottobre 2015 – Merck Serono S.p.A.  ha aperto le porte del proprio Centro di eccellenza per lo sviluppo di prodotti biotecnologici e principi attivi di sintesi di Guidonia Montecelio a 40 studenti dell’Istituto Tecnico Tecnologico "Enrico Fermi"  di Frascati (RM). I ragazzi, accompagnati dai rispettivi docenti, sono stati accolti dal management e da alcuni tecnici e ricercatori impiegati presso lo stabilimento ed hanno preso parte ad una visita guidata, nel corso della quale hanno potuto conoscere le attività del sito di Guidonia ed i progetti realizzati in materia di salvaguardia ambientale.

Merck Serono S.p.A., società italiana del gruppo Merck, è infatti tra le imprese che hanno aderito all’edizione 2015 dell’iniziativa “Porte aperte”, promossa da Assobiotec, l'Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie che fa parte di Federchimica. L’evento, promosso nell’ambito dell’European Biotech Week (12-18 ottobre 2015), intende confermare la scelta di trasparenza, apertura e confronto, che l'industria biotecnologica porta avanti con decisione da alcuni anni per consolidare un rapporto di credibilità, affidabilità e fiducia con le varie parti della società italiana.

“Questa giornata è stata una bella occasione per spiegare ai più giovani l’importanza delle biotecnologie in medicina - ha dichiarato Antonio Messina, Presidente ed Amministratore Delegato di Merck Serono S.p.A. - sono passati più di trent’anni dall’approvazione del primo farmaco da DNA ricombinante, ed oggi il 20% dei farmaci in commercio, il 40% dei nuovi prodotti autorizzati e il 50% di quelli in sviluppo sono di origine biotech. Più di 350 milioni di persone in tutto il mondo, affette da patologie serie come tumori o malattie autoimmuni, sono già state trattate con farmaci da DNA ricombinante. Grazie ai nuovi approcci innovativi utilizzati nella progettazione e sviluppo, basati sull’utilizzo dei biomarcatori, le terapie personalizzate, disegnate per specifici gruppi di pazienti con determinate caratteristiche genetiche, sono una realtà concreta. E’ importante che i giovani comprendano il potenziale di innovazione delle biotecnologie in medicina, in quanto spesso la maggior parte di informazioni che ricevono su questi temi sono cariche di inesattezze, pregiudizi e falsi miti che non fanno altro che alimentare diffidenza se non paura”.

Il sito Merck Serono di Guidonia Montecelio nasce nel 1974, come stabilimento dell’Istituto Farmacologico Serono dedicato all’estrazione e purificazione di proteine umane (gonadotropine) da fluidi biologici.
Il Sito è rimasto fortemente focalizzato alla produzione di Sostanze Attive contenenti proteine umane iniettabili per i successivi 30 anni fin quando, col nuovo millennio, dismessa tale produzione, ha iniziato la sua riconversione industriale.
Nel 2003, è stato creato un Laboratorio analitico centralizzato unico per tutto il gruppo Serono, con il compito di effettuare studi di stabilità, controllo qualità  e rilascio  di tutte le molecole Biotech in sviluppo; è stato inoltre centralizzato il servizio di confezionamento e spedizione di medicine sperimentali in tutto il mondo.
Tra il 2002­-2005, è stato effettuato un rilevante investimento in ambito farmaceutico classico, creando ex novo laboratori di sintesi chimica e formulazione, denominati DOM (Development of Organic Molecules), e i laboratori analitici ad essi dedicati, finalizzati alla produzione di molecole organiche e peptidi da utilizzare per la ricerca e per le fasi cliniche sperimentali.
Nel 2007, l’acquisizione di Serono da parte di Merck ha portato ulteriore linfa al Centro: proprio in quell’anno è stato avviato un progetto di consolidamento nel Sito di tutte le attività di ricerca e sviluppo già svolte nel Lazio, presso lo stabilimento di Ardea.
Nel 2009 sono stati dunque approntati nuovissimi Laboratori e trasferiti da Ardea circa 80 ricercatori, che hanno integrato ed arricchito il profilo Biotech del Sito, portando know how e strumentazioni di eccellenza dedicati alla caratterizzazione e formulazione di proteine ricombinanti, attività svolta per tutta la divisione farmaceutica Merck Serono.
La vocazione principale del Sito, oltre allo studio di sintesi chimiche e rilascio di prodotti, è oggi quindi quella di un centro di eccellenza Biotech integrato, al servizio delle attività di Ricerca & Sviluppo e Produzione della divisione Farmaceutica Merck Serono.

In particolare lo stabilimento di Guidonia Montecelio supporta lo sviluppo della pipeline della Società e fornisce tutti i metodi/dati analitici, (formulazione, caratterizzazione, purezza, contaminanti, stabilità, QC) di proteine terapeutiche utilizzate in fasi cliniche e/o che hanno già raggiunto la fase di registrazione finale.
A partire dalla fine del 2011 nei laboratori di Guidonia vengono realizzate anche le attività relative allo sviluppo dei prodotti biosimilari.
Il sito è autorizzato, per le sue attività, dalle principali Autorità Sanitarie nazionali e internazionali (AIFA, FDA, ecc.)

“La struttura di Guidonia impiega circa 250 dipendenti altamente qualificati, con una maggioranza di personale laureato o in possesso di dottorato o specializzazioni post-laurea. Tra l’altro abbiamo da diversi anni una leggera prevalenza di donne nella percentuale di personale impiegato. Le conoscenze, competenze e la capacità di innovazione delle persone costituiscono il vero valore aggiunto delle attività che si svolgono nel Sito” commenta Tommaso Iodice, Senior Site Director del sito di Guidonia.

“Per dare un’idea, tra le diverse attività scientifiche svolte per le varie aree terapeutiche, spicca il contributo decisivo del sito per lo sviluppo di una molecola con molteplici indicazioni in campo immuno-oncologico. Si tratta di un anticorpo sperimentale anti-PD-L1, inizialmente scoperto e sviluppato da Merck, per il quale la nostra azienda ha sottoscritto un accordo di co-development e co-commercializzazione con Pfizer. Per quanto riguarda le malattie autoimmuni, inoltre, il Sito di Guidonia ha fornito il proprio contributo allo sviluppo di nuovi prodotti attraverso studi di caratterizzazione molecolare, formulazione, rilascio e stabilità”, continua Iodice.

Il sito di Guidonia costituisce un esempio di eccellenza anche per l’attenzione all’ambiente in cui opera, in quanto dal 2011, grazie ad un sistema di trigenerazione, produce in autonomia il 95% dell’energia elettrica e termica necessaria al suo funzionamento. Il sito si è inoltre dotato di due impianti fotovoltaici, che consentono la produzione di energia elettrica senza l’immissione di sostanze inquinanti nell’atmosfera.

L’impegno del sito di Guidonia rispetto ai temi dell’ambiente, della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, della responsabilità sociale, gli elevati standard operativi ed i progetti realizzati in questo ambito hanno consentito allo stabilimento di ottenere le certificazioni ISO 14001 (Ambiente), ISO 50001 (Energetica) OHSAS 18001 (Sicurezza), SA 8000 (Etica) e non ultima la ISO 9001 (Qualità).

Fare impresa in modo sostenibile non è però solo un obiettivo dello stabilimento di Guidonia: la Responsabilità Sociale d’impresa è un elemento condiviso globalmente da tutte le realtà del Gruppo Merck; tutte le attività sono infatti svolte nel quadro di uno specifico modello etico e comportamentale che guida le strategie aziendali.
Tale modello non resta una mera dichiarazione d’intenti, ma si concretizza in azioni effettive e misurabili: nel 2014 il Gruppo Merck ha investito 146 milioni di euro in iniziative di tutela, salute e sicurezza ambientale.
Tra gli ambiziosi obiettivi che il Gruppo si è posto, vi è anche la riduzione del 20% delle emissioni dirette ed indirette di gas serra entro il 2020 (rispetto ai valori del 2006).

Informazioni su Merck
Merck è un’azienda scientifica e tecnologica leader nei settori Healthcare, Life Science e Performance Materials. Circa 40.000 dipendenti operano per sviluppare tecnologie in grado di migliorare la vita – dalle terapie biofarmaceutiche per il trattamento del cancro e della sclerosi multipla a sistemi all’avanguardia per la ricerca scientifica e la produzione, ai cristalli liquidi per gli smartphone e i televisori LCD. Nel 2014 Merck ha generato vendite per 11,3 miliardi di Euro in 66 Paesi.

Fondata nel 1668, Merck è la società farmaceutica e chimica più antica al mondo. Ancora oggi, la famiglia fondatrice detiene la quota di maggioranza della Società. Merck (Darmstadt, Germania), detiene i diritti globali sul nome e marchio Merck. Le sole eccezioni sono costituite da Stati Uniti e Canada, dove la Società opera con le denominazioni EMD Serono, EMD Millipore e EMD Performance Materials.

Post popolari in questo blog

DatPPubblicati su The Lancet due nuove analisi dallo studio COMPASS