Per la donna meglio ‘light’ anche la contraccezione


·  Il nuovo contraccettivo ormonale da oggi disponibile in Italia combina la leggerezza del basso dosaggio alla formulazione in patch transdermico, sicuro, comodo e discreto.

·  Ad accompagnarne l’arrivo il progetto Vivo Leggera: un’iniziativa social per raccontare uno stile di vita ‘light’ tutto al femminile, condividere esperienze, contattare gli esperti per avere risposta a dubbi e curiosità.

Milano, 16 giugno 2016L’anticoncezionale ideale? Sicuro e “light”: per minor dosaggio, comodità di somministrazione, ridotti effetti collaterali e nessun rischio di dimenticanza. La sintesi perfetta di forza e leggerezza è racchiusa nell’ultima novità, a disposizione di tutte le donne: un contraccettivo combinato a basso dosaggio (Gestodene 60μg/24h + Etinilestradiolo 13μg/24h) in formulazione patch, presentato oggi nel corso di una conferenza stampa promossa da Gedeon Richter, l’azienda produttrice del farmaco, commercializzato con il nome di Enciela®. L’evento è stato anche l’occasione per presentare Vivo Leggera, una nuova iniziativa social dedicata alle donne dove quattro blogger di successo, affiancate da due esperte ginecologhe, daranno suggerimenti e consigli per vivere la quotidianità con la ‘forza della leggerezza’: a tavola, nel lifestyle, nel look, nello sport, ma anche in tema di sessualità e salute intima.

“Il parere del ginecologo (25%) e il bisogno di maggiore leggerezza (17%) rappresentano i top factor che spingono la donna a scegliere o a cambiare il metodo contraccettivo”, afferma Paola Parenti, Vice President di Doxa Pharma, commentando i risultati tre diverse recenti indagini condotte su un campione di 1000 italiane rappresentative delle donne in età fertile. “Il bisogno di leggerezza – continua Parenti – è espresso in termini di minor dosaggio a parità di sicurezza, per dimenticare il “peso” degli effetti collaterali, ma anche di maggiore comodità e minore frequenza di assunzione, per rendere più light anche la compliance, ovvero per vivere più liberamente l'adesione al metodo contraccettivo prescelto”.

Bisogni ai quali risponde il nuovo patch, leggero per composizione, somministrazione settimanale e discrezione. Grazie alla composizione a base di gestodene/etinilestradiolo a basso dosaggio, infatti, è stato possibile creare un sistema transdermico a matrice sottile e di piccole dimensioni (diametro di 3,7 cm, quanto una moneta da due euro), morbido ed elastico, quindi pressoché invisibile. E con un ottimo livello di adesività: basta applicarlo correttamente, sulla pelle pulita e asciutta, premendo per 30 secondi per garantire l’aderenza. Poi si possono trascorrere anche intere giornate in piscina o al mare, perfino in sauna o nell’idromassaggio, senza alcun rischio di distacco.

“Il nuovo contraccettivo è a base di Gestodene e Etinilestradiolo che vengono rilasciati in maniera costante. Il Gestodene ha la caratteristica di inibire l’ovulazione con dosi più basse rispetto a quelle di altri progestinici, garantendo un ottimo controllo del ciclo e assicurando un’elevata efficacia contraccettiva. Il patch offre grandi vantaggi alle donne: la via transdermica consente di mantenere livelli ormonali costanti ed elimina la variabilità dell’assorbimento gastrointestinale. Inoltre, prevedendo un’applicazione settimanale, aumenta notevolmente la compliance della donna, fino al 98-99%”, dichiara Chiara Benedetto, Direttore Struttura Complessa Universitaria Ginecologia e Ostetricia 1, AOU Città della Salute e della Scienza di Torino.

La ricerca di leggerezza da parte delle donne è strettamente correlata alla paura degli effetti collaterali, aumento di peso e cellulite i più temuti, e di possibili controindicazioni per la salute, in primis l’aumento del rischio oncologico. Timori che spiegano il basso utilizzo della contraccezione ormonale in Italia, intorno al 19%, contro una media europea del 30-33%. “Si tratta di timori immotivati, come nel caso del nuovo patch, mentre invece si sottovalutano i molteplici benefici extra-contraccettivi della  contraccezione ormonale come l’efficacia nei confronti della dismenorrea (dolore durante la mestruazione), della sindrome premestruale, delle irregolarità del ciclo e l’effetto preventivo nei confronti dei tumori dell’ovaio, dell’endometrio, del colon-retto e delle malattie cardiache di natura ischemica”, aggiunge Benedetto

“Impegni, doveri, scadenze, vite intense ma anche faticose. Ecco perché le donne ricercano la leggerezza, nella vita di tutti i giorni e in fatto di contraccezione. Ed è proprio alla donna che fa i conti con il tempo, che ha mille impegni e una vita frenetica e dinamica, a chi viaggia e a chi fa sport che è particolarmente consigliato il patch, sebbene sia adatto per tutte le donne. A chi desidera la sicurezza e i vantaggi della contraccezione ormonale senza angosce e con un pensiero in meno e non in più. Anche alle teenager che si accostano alla contraccezione per la prima volta e che spesso non hanno confidenza con il proprio corpo, per una scelta contraccettiva davvero leggera”, afferma Francesca Manganello, specialista in Ginecologia e Ostetricia.

Donne e giovani donne che hanno molta confidenza con la rete e con i social ma anche un gran bisogno di informazione e di rassicurazione per vivere appieno la propria femminilità, compresa la contraccezione, in maniera consapevole, serena e soddisfatta. È con questo intento che parte oggi Vivo Leggera – www.vivoleggera.it – un blog a più voci dove una squadra di quattro blogger di successo, Monica Papagna (Food), Sonia Grispo (Lifestyle), Arianna Chieli (Fashion & Make Up), Valentina D'Amico (Fitness) condivideranno con curiosità il loro modo di vivere in leggerezza, affiancate dalle ginecologhe Francesca Manganello e Francesca Albani (Health) che risponderanno alle domande delle ‘lettrici’ per sciogliere dubbi e perplessità su sesso, contraccezione e salute intima, valorizzando gli aspetti unici della femminilità.

“La ricerca scientifica ha permesso alle donne di avere strumenti sempre più ‘light’ di controllo della fertilità, all'insegna del benessere, della salute e della sicurezza. Ne è un esempio il nuovo patch presentato oggi, che risponde alle esigenze della donna contemporanea, alla ricerca di un contraccettivo sicuro, efficace e pratico. Ed è a questa donna che si rivolge il progetto Vivo Leggera, che abbiamo promosso con grande entusiasmo, un mondo social dove condividere informazioni, trucchi e consigli per vivere con leggerezza ogni aspetto della femminilità, contraccezione in primis”, conclude Giovanna Labbate, Country Manager di Gedeon Richter Italia.

In allegato:

-          Comunicato stampa

-          Intervista ChiaraBenedetto
-          IntervistaFrancesca Manganello
-          Scheda Donne econtraccezione
-          Scheda Enciela
-          Scheda Studiclinici su Enciela
-          Scheda ProgettoVivo Leggera
-          Scheda GedeonRichter
-     Immagini Patch Enciela
 

Post popolari in questo blog

DatPPubblicati su The Lancet due nuove analisi dallo studio COMPASS