Post

Visualizzazione dei post da 2017

Nuovi Anticoagulanti Orali: dagli studi registrativi a quelli Real Life - Focus su Rivaroxaban di Bayer

Immagine
I nuovi anticoagulanti orali, chiamati ormai comunemente anticoagulanti ad azione diretta (DOAC – Direct Oral Anti Coagulant), o anticoagulanti non-vitamina K dipendenti (NOAC – Non-vitamin K Oral Anti Coagulant) inibiscono direttamente e in modo selettivo fattori specifici della cascata della coagulazione. La coagulazione del sangue, per realizzarsi, richiede l’intervento di numerosi fattori (proteine del sangue) e una serie complessa di reazioni in successione che costituiscono la cosiddetta cascata coagulativa. Il Fattore Xa porta alla formazione di trombina, un enzima centrale della cascata, che converte il fibrinogeno in fibrina, indispensabile nella formazione del coagulo. Bloccando il Fattore Xa, i livelli di trombina decrescono e, di conseguenza, viene inibita la formazione dei coaguli nelle vene e nelle arterie. Il Fattore Xa catalizza la formazione di circa 1.000 molecole di trombina, attraverso il cosiddetto “burst” di trombina. L’inibizione diretta del Fattore Xa previene…

AL VIA LA CAMPAGNA #FClamiavittoria

Immagine
Storie di sfide quotidiane con la Fibrosi Cistica scritte da chi ne soffre e non si arrende

La Lega Italiana Fibrosi Cistica Onlus insieme alla Società italiana per lo studio della Fibrosi Cistica presentano oggi la Campagna di sensibilizzazione #FClamiavittoria realizzata con il supporto incondizionato di Roche S.p.A.. Un nuovo spazio ospitato sul sito lamiavittoria.fibrosicistica.it per raccontare piccoli e grandi traguardi che le persone con fibrosi cistica, oggi, possono raggiungere grazie a uno stile di vita sano e l’aderenza ai trattamenti. Roma 29/11/2017 – “Combatto con la Fibrosi Cistica da quando sono nato. Mi ha dato dolori, ma anche gioie. A 14 anni non seguivo quello che mi dicevano i medici. L’amore per lo sport, per il calcio, mi ha spinto però ad affrontarla al meglio. In breve, infatti, ho capito che se non avessi messo la testa a posto avrei dovuto abbandonare il pallone. Da quel momento ho seguito quello che mi diceva il mio medico senza mollare mai. Oggi indosso la mi…

DatPPubblicati su The Lancet due nuove analisi dallo studio COMPASS

Rivaroxabandi Bayer ha ridotto del 70% il rischio di amputazione maggiore in pazienti con arteriopatia periferica
Rivaroxaban al dosaggio vascolare di 2,5 mg due volte/die più aspirina 100 mg in monosomministrazione giornaliera ha ridotto il rischio per l’endpoint composito costituito da eventi cardiovascolari maggiori, eventi avversi maggiori agli arti, inclusa l’amputazione maggiore in un sottogruppo di pazienti con arteriopatia periferica;In un'analisi separata di pazienti con malattia coronarica, il trattamento con rivaroxaban più aspirina ha determinato un beneficio clinico netto statisticamente significativo e una riduzione del 23% delle morti evidenziando che potenzialmente questo regime terapeutico può ridurre mortalità e morbidità causata da malattia coronarica;Le incidenze di eventi emorragici all'interno di entrambe le popolazioni di pazienti erano complessivamente basse e, anche se è stato riscontrato un aumento di emorragia maggiore, non si è verificato un signif…

Il futuro della PMA è iniziato: dal ringiovanimento ovarico alle più recenti applicazioni genetiche

PMA:tecnicheinnovativeper tassidisuccesso semprepiùaltiOvodonazione-BancaCentralediOvocitiIVI,lapiùgranded’Europa: chisonoledonatrici spagnoleequalè l’esperienzadellericeventi italiane chesirivolgono aIVIL'identikit delladonatriceidealesecondo italiane,inglesie francesi Pazienti italianeinSpagna:quante sono, chi sono, cosacercano
Roma, 16novembre2017
Preservazione della fert