Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

Naprossene sodico 660 mg a rilascio modificato: nuova formulazione disponibile in Italia permette un’azione rapida, prolungata e un miglior controllo del dolore

Immagine
Milano, 25 ottobre 2016 – È da oggi disponibile nelle farmacie italiane – in anteprima mondiale – la formulazione a rilascio modificato di naprossene sodico 660 mg , che permette di ottenere un rapido sollievo dal dolore in soli 15 minuti , mantenendo l’effetto analgesico per 24 ore . La formulazione, sviluppata con tecnologia innovativa, permette di migliorare la risposta ai dolori osteoarticolari in modo rapido e con una sola somministrazione giornaliera . Introduzione Con l’invecchiamento della popolazione mondiale si osserva un aumento delle patologie degenerative legate all’avanzamento dell’età . Secondo una valutazione del Global Burden of Diseases , condotta nel 2013 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, tra le 10 malattie che maggiormente riducono la qualità di vita ben cinque sono condizioni primariamente caratterizzate da dolore, e il mal di schiena rappresenta in assoluto la condizione più impattante, per via della sua larghissima diffusione . 1 Per “

INFERTILITÀ: PER IL 50% DONNE E IL 15% UOMINI È L’EVENTO PIÙ GRAVE DELLA PROPRIA VITA

Immagine
NASCE “PAROLE FERTILI”: IL PROGETTO PER LE COPPIE CHE DESIDERANO UN FIGLIO PROCREAZIONE ASSISTITA: LO STRESS CAUSA DI ABBANDONO PRIMA DEL TERMINE DEI 3 CICLI PREVISTI NUOVA GENERAZIONE DI ORMONI NATURALI PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Milano, 4 ottobre 2016 - L’infertilità ha un enorme impatto emotivo sul vissuto delle persone accompagnato da un profondo senso di colpevolezza e negazione. Secondo uno studio pubblicato sull’Hasting Centre Report, il 50% delle donne e il 15% degli uomini considera l’infertilità l’evento più grave della loro vita 1 . Le donne infertili in particolare presentano un quadro psicologico sovrapponibile alle pazienti affette da patologie come il cancro. «La difficoltà o l’impossibilità a generare è vissuta come un tabù. A differenza di altre patologie, nell’infertilità si diventa ‘pazienti’ solo nel momento in cui si desidera un figlio. Senza il desiderio, si resta fertili, anche se medicalmente sterili. Le di