Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2015

Studi clinici BAYER su rivaroxaban sulla formazione di trombi nei pazienti oncologici

Immagine
Bayer estende i propri studi clinici su rivaroxaban relativamente alla prevenzione e trattamento della formazione di trombi nei pazienti oncologici Il cancro aumenta il rischio di tromboembolismo venoso (TEV) da quattro a sette volte, con un trattamento chemioterapico il rischio aumenta ulteriormente fino a 6,5 volte Indipendentemente dal tumore, la formazione di trombi è la principale causa di morte nei pazienti oncologici. Nelle attuali Linee Guida mancano le raccomandazioni per la prevenzione del tromboembolismo venoso nella maggior parte dei pazienti oncologici ambulatoriali Bayer e Janssen hanno avviato CALLISTO, un programma di ricerca clinica comprensivo di più trial  prospettici nel trattamento della trombosi associata al cancro  Berlino, 28 maggio 2015 – Bayer HealthCare insieme a Janssen Pharmaceuticals Inc, l’altra azienda partner nello sviluppo del farmaco, hanno annunciato oggi l'avvio del programma di ricerca clinica CALLISTO, per studiare i potenziali bene

Quarta edizione del Meeting Surfattante 2015

Immagine
Assistenza e ricerca insieme per un obiettivo comune: migliorare la prognosi dei neonati prematuri con insufficienza respiratoria grave Esperti neonatologi riuniti a Parma per fare il punto sulle nuove terapie per la gestione ottimale dei neonati prematuri, in un’ottica di maggiore personalizzazione dell’assistenza Parma, 18 giugno 2015 – Al via oggi a Parma, presso lo Starhotels Du Parc, la quarta edizione del “Mee ting Surfattante 2015. Dagli ELGA ai LATE PRETERM: quale approccio ?”, patrocinato dalla Società Italiana di Neonatologia , con il contributo non condizionante di Chiesi Farmaceutici e con il Coordinamento Scientifico dei dottori Gianluca Lista , Direttore SC Neonatologia della Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale dei Bambini V. Buzzi e Giovanni Vento , Segretario del Gruppo di Studio di Pneumologia Neonatale della Società Italiana di Neonatologia. Il convegno nazionale vedrà la partecipazione di centinaia di esperti neonatologi da tutta Italia, riunit

ATROFIA VULVO VAGINALE

Immagine
ATROFIA VULVO-VAGINALE (AVV) DOVUTA ALLA CARENZA DI ESTROGENI COLPISCE CIRCA IL 50% DELLE DONNE IN POST MENOPAUSA E DIVENTA IL “KILLER SEGRETO” DELL’INTIMITA’ DELLA COPPIA ·          E’ una condizione patologica femminile che riguarda circa una donna su due in post menopausa e i cui sintomi principali sono secchezza vaginale e dolore durante i rapporti sessuali. E’ ancora poco conosciuta e sotto diagnosticata: il 63% delle donne non sa che è una condizione cronica ed oltre il 50% dei medici non ne parla con la paziente. ·          Incide sulla vita di coppia: dopo il calo del desiderio è uno dei problemi più sentiti della sessualità in menopausa. Il 67% delle donne con AVV evita l’intimità con il partner . ·          Il Vaginal Health Index attraverso l’analisi di 5 parametri consente di definire la presenza e il livello di severità dell’AVV.        ·          A settembre in arrivo in Italia ospemifene, il primo trattamento orale non estrogenico per l’atrofia v

Novartis al WCD dimostra efficacia Cosentyx contro psoriasi

Immagine
Novartis presenta al WCD nuovi dati che dimostrano una significativa efficacia di Cosentyx® nei pazienti con psoriasi ungueale e palmo-plantare   Secukinumab ha raggiunto l’endpoint primario di superiorità rispetto al placebo nei pazienti con psoriasi ungueale e palmo-plantare difficile da trattare   Un terzo dei pazienti con psoriasi palmo-plantare da moderata a grave ha ottenuto una risoluzione completa o quasi completa delle lesioni a carico dei palmi delle mani e delle piante dei piedi dopo 16 settimane di trattamento con secukinumab; la gravità della psoriasi ungueale è diminuita di quasi la metà      Secukinumab è il primo inibitore dell’IL-17A approvato che dimostra efficacia nei pazienti con psoriasi in queste aree; i risultati degli studi clinici sono considerati i più solidi ottenuti f inora       Basilea, 11 giugno 2015 – Novartis ha annunciato oggi che secukinumab ha raggiunto gli endpoint primari in due nuovi studi clinici, dimostrando un’efficacia supe