Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Clinical Cardiology mostra evidenze consistenti nell’utilizzo di Rivaroxaban

Immagine
Dati real life, pubblicati su Clinical Cardiology, mostrano evidenze consistenti in termini di sicurezza, nell’utilizzo in monosomministrazione giornaliera di rivaroxaban Questi risultati si aggiungono a quelli del rigoroso programma di sorveglianza post-marketing sulla sicurezza di rivaroxaban nella pratica clinica Milano, 14 gennaio, 2015 — Un nuovo studio post-marketing di valutazione della sicurezza di rivaroxaban in monosomministrazione giornaliera mostra che le percentuali di emorragia maggiore nei pazienti con Fibrillazione Atriale non-valvolare (FANV) nella pratica clinica sono generalmente in linea con quelle osservate negli studi clinici di Fase III che hanno portato all’approvazione del farmaco per questa indicazione. I dati esaminati nell’arco di quindici mesi, pubblicati oggi su Clinical Cardiology, sono i risultati iniziali di uno studio osservazionale, di durata quinquennale, in corso su pazienti che assumono rivaroxaban quotidianamente.

HIV: JANSSEN ANNUNCIA IMPORTANTI NOVITA’

Immagine
HIV: JANSSEN ANNUNCIA DUE IMPORTANTI NOVITA’ NEL TRATTAMENTO DELLA POPOLAZIONE PEDIATRICA Cologno Monzese, Milano, 26 gennaio 2015 - Janssen ha raggiunto due fondamentali tappe nella lotta all’infezione da HIV, in particolare per la popolazione pediatrica: la Commissione Europea ha, infatti, approvato un’estensione dell’indicazione di etravirina per i bambini pretrattati, con un’età compresa tra i 6 e i 17 anni, in associazione ad un inibitore della proteasi potenziato e ad altri antiretrovirali, ed è stata resa disponibile la formulazione in sospensione orale di darunavir , per facilitare la somministrazione ai bambini e a chi avesse problemi di deglutizione. Nel primo caso, la decisione è stata presa in base ai risultati dello Studio PIANO, primo ad aver dimostrato efficacia e tollerabilità di etravirina nei bambini e negli adolescenti. Il farmaco, in compresse idrosolubili da 200mg, può, inoltre, essere sciolto in acqua (o in alternativa nel succo

Secukinumab di Novartis primo farmaco biologico psiorisi approvato da EMA

Immagine
Secukinumab di Novartis è il primo inibitore di IL-17A a ricevere l’approvazione dell’UE per il trattamento in prima linea dei pazienti affetti da psoriasi da moderata a severa. S ecukinumab è il primo farmaco biologico approvato per l’utilizzo come terapia sistemica di prima linea per la psoriasi in alternativa agli attuali trattamenti caratterizzati da significativi effetti indesiderati; tutti gli altri farmaci biologici sono raccomandati per la terapia di seconda linea Secukinumab ha dimostrato superiorità rispetto a Ustekinumab nello studio clinico di Fase IIIb CLEAR 5 Nel corso di studi clinici di Fase III, il 70% o più dei pazienti in terapia con Secukinumab 300 mg ha ottenuto una risoluzione completa (PASI 100) o quasi completa (PASI 90) delle manifestazioni cutanee durante le prime 16 settimane di trattamento 6 Una cute esente da lesioni è l’obiettivo terapeutico per i pazienti affetti da psoriasi; il 50% dei pazienti psoriasici non è soddisfatto delle

Commissione Europea autorizza immissione in commercio del trattamento dell'Epatite cronica C di AbbVie

Immagine
La Commissione Europea autorizza l'immissione in commercio del trattamento dell'Epatite cronica C di AbbVie - VIEKIRAX® (ombitasvir/paritaprevir/ritonavir compresse) + EXVIERA® (dasabuvir compresse) Sperimentazioni cliniche di Fase 3 hanno dimostrato la capacità di VIEKIRAX + EXVIERA di curare il 95%-100% dei pazienti affetti da epatite cronica C con genotipo 1,  con un tasso di fallimento virologico inferiore al 2% dei pazienti trattati Il profilo di tollerabilità dimostra che oltre il 98% dei pazienti ha portato a termine il ciclo completo di terapia Questo regime privo di interferone completamente orale è stato inoltre approvato per il trattamento dei pazienti con co-infezione HCV/HIV-1, pazienti che ricevono terapia sostitutiva con oppioidi e pazienti sottoposti a trapianto epatico VIEKIRAX + EXVIERA sono i primi prodotti ad aver ricevuto l’approvazione come regime combinato di tre agenti antivirali ad azione diretta, ciascuno caratterizzato da un diverso mecc

Mundipharma Purdue Esteve: partnership contro il dolore

Immagine
Mundipharma, Purdue ed Esteve annunciano una partnership globale per promuovere l’innovazione nella terapia del dolore Cambridge / Barcellona, 14 gennaio 2015 – Mundipharma Laboratories GmbH e la sua consociata indipendente Purdue Pharmaceuticals LP hanno annunciato di aver siglato con Laboratorios Esteve S.A. un accordo globale di collaborazione, articolato in più programmi, per la scoperta, lo sviluppo e la commercializzazione di importanti prodotti di nuova generazione per la gestione del dolore. In base all’accordo, Mundipharma e Purdue potrebbero corrispondere a Esteve oltre 1 miliardo di dollari, qualora tutti gli obiettivi di sviluppo, iter regolatori e vendite venissero conseguiti nell’ambito dei diversi programmi. L’accordo promuove una collaborazione strategica tra aziende private di medie dimensioni, facendo leva sui loro specifici punti di forza: da un lato, l’impegno di Mundipharma e Purdue per lo sviluppo e la commercializzazione di nuove