Bayer dona ulteriori 50 milioni di unità di trattamento per l’emofilia al programma di aiuti umanitari della World Federation of Hemophilia

  • Dall'inizio della collaborazione con la World Federation of Hemophilia (WFH) nel maggio 2019, 34 paesi a basso reddito stanno già beneficiando dei trattamenti a base di Fattore VIII ricombinante (FVIII) di Bayer
  • Bayer annuncia che proseguirà con la consegna di medicinali in grado di cambiare la vita dei pazienti dei paesi a basso reddito
  • Bayer rinnova anche il suo impegno nella formazione e nell’educazione degli operatori sanitari, nonché il sostegno ai pazienti nell’accesso alle cure


Milano, 13 luglio 2020 – Durante il Summit virtuale della World Federation of Hemophilia (WFH), Bayer ha annunciato la donazione di ulteriori 50 milioni di unità di fattore VIII per l'emofilia al World Federation of Hemophilia Humanitarian Aid Program, che punta a migliorare l‘accesso alle cure e ai trattamenti per le persone con disordini emorragici ereditari nei paesi a basso reddito. La vision di Bayer "Health for all, hanger for none" si allinea a quella del World Federation of Hemophilia Humanitarian Aid Program. Assieme, si possono compiere passi avanti verso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e consentire un migliore accesso alla salute per i pazienti affetti da emofilia.

 

Durante l’emergenza sanitaria globale da COVID-19, Bayer e la WFH hanno continuato a lavorare assiduamente per garantire le consegne di medicinali che cambiano la vita alle persone e ridurre al minimo l'impatto di questa situazione sulla cura dei pazienti.

Dall'inizio della partnership nel maggio 2019, il World Federation of Hemophilia Humanitarian Aid Program ha consegnato prodotti Bayer per il trattamento dell’emofilia in 34 paesi in cui l'accesso alle cure è limitato. Bayer è uno dei principali donatori del Programma e, nell'ambito della partnership a lungo termine, ha destinato in totale 100 milioni di unità nel 2019 e nel 2020, a beneficio di ben 5.000 persone con Emofilia A all’anno.

 

"Siamo lieti di annunciare che doneremo ulteriori 50 milioni di unità al World Federation of Hemophilia Humanitarian Aid Program per il 2020, soprattutto poiché l'attuale situazione legata al COVID-19 mostra chiaramente come le sfide globali possano essere affrontate se agiamo con spirito di solidarietà", ha affermato il Dr. Michael Devoy, Head of Medical Affairs & Pharmacovigilance of Bayer AG’s Pharmaceuticals Division e Bayer Chief Medical Officer. “Dall'inizio della partnership nel 2019, abbiamo già visto il concreto impatto positivo che le donazioni di Bayer hanno avuto, a beneficio delle persone di 34 paesi. Nelle ultime settimane, è emersa l'importanza a livello globale della fornitura di beni e servizi sanitari. L‘Azienda è pienamente impegnata a supportare la comunità dei pazienti con emofilia, non solo nella ricerca e nello sviluppo di trattamenti di futura generazione, ma anche nel garantire l'accesso a coloro che ne hanno più necessità."

 

"La mancanza di accesso alle cure e ai trattamenti nei paesi a basso reddito è una sfida urgente e importante per la salute pubblica e il World Federation of Hemophilia Humanitarian Aid Program mira a risolvere questo problema", ha affermato il Dr. Assad Haffar, Medical and Humanitarian Aid Director della WFH. "Ora più che mai, mentre il mondo si trova ad affrontare una sfida sanitaria globale come il COVID-19, con i Paesi a basso reddito colpiti duramente, è fondamentale mantenere programmi di aiuto umanitario come questo che forniscano alle persone che vivono con l'emofilia la speranza di migliorare la qualità della vita."

 

Il contributo di Bayer al Programma include la disponibilità del suo intero portafoglio di trattamenti ricombinanti a base di FVIII, che nel corso della partnership potrebbero aiutare le persone in oltre 60 Paesi in cui l'accesso alle cure è limitato. Per garantire che il Programma abbia un impatto sostenibile sulle comunità, il contributo di Bayer supporta anche la formazione e l'educazione degli operatori sanitari per quanto riguarda la somministrazione continuativa e sicura di trattamenti per sanguinamenti acuti, profilassi, interventi chirurgici e induzione della tolleranza immunologica. Con il supporto dell’azienda il programma è abilitato all’arruolamento dei bambini nella terapia di profilassi che previene sanguinamenti e complicanze della malattia.

 

 

 

 

Informazioni sul WFH Humanitarian Aid Program

Il programma di aiuti umanitari della WFH migliora la mancanza di accesso alle cure e ai trattamenti fornendo il necessario sostegno alle persone con disordini emorragici ereditari nei Paesi in via di sviluppo. Fornendo ai pazienti una disponibilità più prevedibile e sostenibile di donazioni di aiuti umanitari, il WFH Humanitarian Aid Program consente ai pazienti di ricevere un accesso costante e sicuro ai trattamenti e alle cure. Niente di tutto ciò sarebbe possibile senza il generoso sostegno di Sanofi Genzyme e Sobi, Founding Visionary Contributors; Bayer, Visionary Contributor; Grifols e Roche, Leadership Contributor e CSL Behring, Contibutor. La WFH e la WFH USA collaborano per gestire e monitorare il WFH Humanitarian Aid Program. Per ulteriori informazioni sul programma di aiuti umanitari della WFH, visitare il sito www.treatmentforall.org

 

L’impegno di Bayer in Emofilia

Bayer da sempre aiuta a migliorare le condizioni delle persone con emofilia. Abbiamo una profonda conoscenza dei bisogni e delle aspirazioni delle persone affette da emofilia, costruita in oltre 30 anni di relazioni con la comunità emofilica. La terapia sostitutiva con il FVIII è lo standard di cura per prevenire o bloccare ogni tipo di sanguinamento1. Il portfolio di prodotti Bayer nell’emofilia offre a tutte le persone affette da emofilia A un trattamento per soddisfare ogni loro bisogno e il loro stile di vita in tutte le fasce di età. Collaboriamo con ricercatori, operatori sanitari e gruppi di pazienti per costruire una comunità forte e per aiutare le persone con emofilia a vivere una vita appagante.

La passione di Bayer nell’aiutare a migliorare il futuro delle persone con emofilia si conferma nel guidare e investire verso la prossima generazione di soluzioni terapeutiche.

                                 

Emofilia A

Circa 400.000 persone in tutto il mondo sono affette da emofilia, una malattia per lo più ereditaria, in cui una delle proteine necessarie per formare i coaguli di sangue manca o è presente in quantità ridotta. L’emofilia A è il tipo più comune di emofilia, in cui la coagulazione ematica è ridotta a causa della mancanza o di un difetto del FVIII della coagulazione. I pazienti sono affetti da ripetute emorragie nei muscoli, nelle articolazioni o in altri tessuti, che possono dar luogo a danni cronici alle articolazioni nel corso del tempo. Le emorragie, se non trattate in modo appropriato, possono avere conseguenze gravi in quanto il sangue coagula più lentamente nei pazienti emofilici rispetto a quelli sani. L’emofilia A ha una frequenza stimata di 1 su 5.000 bambini maschi nati vivi e si manifesta a livello globale. Attualmente, in Italia ci sono circa 4.000 persone affette da emofilia A.

Bayer

Bayer è un’azienda globale con competenze chiave nel campo delle Scienze della Vita per la salute e la nutrizione. I prodotti e i servizi sono concepiti per migliorare la qualità della vita delle persone, sostenendo sforzi per superare le sfide maggiori che si presentano con una popolazione globale che cresce e invecchia. Allo stesso tempo, il Gruppo punta a creare valore attraverso innovazione e crescita. Bayer fonda la propria attività su principi di sviluppo sostenibile e di responsabilità etica e sociale e il brand Bayer è riconosciuto in tutto il mondo per fiducia, affidabilità e qualità. Nell'anno fiscale 2019, il Gruppo ha impiegato circa 104.000 collaboratori e registrato un fatturato di 43,5 miliardi di Euro. Le spese di capitale sono state pari a 2,9 miliardi di Euro e gli investimenti in Ricerca & Sviluppo ammontavano a 5,3 miliardi di Euro. Maggiori informazioni sul sito www.bayer.it.


Commenti

Post popolari in questo blog

Merck Serono presenta Vigorskin K1 PLUS

Naprossene sodico 660 mg a rilascio modificato: nuova formulazione disponibile in Italia permette un’azione rapida, prolungata e un miglior controllo del dolore

DEFIBROTIDE: IL PRIMO E UNICO FARMACO PER LA CURA DELLA MALATTIA VENO OCCLUSIVA EPATICA GRAVE, DISPONIBILE IN ITALIA E IN EUROPA